Get the Flash Player to see this content.

Appro­fon­di­sci con la ver­sione com­pleta del video, foto­gra­fie ed ulte­riori informazioni.

Anche il quo­ti­diano sta­tu­ni­tense Washing­ton Post ha recen­te­mente denun­ciato in un’inchiesta che migliaia di con­ta­dini sono stati assas­si­nati dall’esercito colom­biano. Civili suc­ces­si­va­mente tra­ve­stiti da sol­dati delle FARC, le Forze Armate Rivo­lu­zio­na­rie della Colom­bia, ovvero la guerriglia.

995 per­sone sono state uccise tra la metà del 2002 e il 2007, tutte poi clas­si­fi­cate come “guer­ri­glieri morti in com­bat­ti­mento”. Que­ste ucci­sioni sono incen­ti­vate dalle ricom­pense elar­gite ai mili­tari, che rice­vono denaro o giorni di riposo per ogni morto in battaglia.

Get the Flash Player to see this content.

Dopo aver inter­vi­stato i fami­liari dei molti dece­duti, il Washing­ton Post ha affer­mato che i mili­tari non ucci­dono acci­den­tal­mente, ma orga­niz­zano vere spe­di­zioni per cat­tu­rare civili. Il Mini­stro dell’Interno colom­biano dice di non dare peso all’articolo e nega che i sol­dati uti­liz­zino tali pra­ti­che, ma vari fun­zio­nari sta­tali con­fer­mano le denun­cie del Washing­ton Post.

Ser­vi­zio ed inter­vi­ste di Diletta Var­lese, riprese e foto Sergi Camara, mon­tag­gio Ste­fano Casella.

La Storia di Antonio

Anno: 2008
Durata: 5 min
Committente: RaiNews24
Produzione: Golden Hour e Andina Media

Sparizioni, terrore ed esecuzioni sommarie colpiscono molto spesso la vita della popolazione che abita le rive del Rio San Miguel, confine tra Ecuador e Colombia. Un servizio girato pochi giorni dopo l'omicidio di Raul Reyes, numero due delle FARC. Racconta la storia di Antonio, contadino ecuadoriano rapito e torturato dall''esercito colombiano, dalla sua sparizione alla restituzione del suo corpo senza vita, come "guerrigliero morto in battaglia".